I 52 viaggi del 2022 secondo il New York Times

I 52 viaggi del 2022

52 viaggi del 2022 secondo il New York Times. È la classifica stilata dallo storico giornale americano fondato nel 1851 e intitolata “52 Places for a Changed World”, dove vengono indicati tutti i posti di un mondo che prova a cambiare (in meglio) e in cui i turisti possono fare la differenza, diventando parte della soluzione che parla di sostenibilità e inclusione.

 

In Italia sono tre le mete suggerite nella classifica dei 52 viaggi del 2022 secondo il New York Times: capolista è Chioggia, vicina a Venezia ma lontana dalla sua mole di turisti che la prendono d’assalto; c’è poi Courmayeur in Valle d’Aosta, che propone una vacanza in montagna sostenibile e local; infine, si segnala Napoli, ideale da visitare in modo “slow”, girandola a piedi. Predilette dal New York Times sono le località attive nella lotta al cambiamento climatico, nella valorizzazione della cultura afroamericana e indigena, nel sostegno allo sviluppo dell’imprenditoria femminile nel turismo e nella promozione di una vacanza che sia più sostenibile da un punto di vista ambientale.

 

52 viaggi del 2022 secondo il New York Times

  • 1. Chioggia, Italia (antica cittadina vicino Venezia lontana dall’overtourism)
  • 2. Parco Nazionale Chimanimani, Mozambico (tra antiche pitture rupestri e trekking)
  • 3. Queens, New York (consigliato per la gastronomica con cucine da ogni parte del mondo)
  • 4. Northumberland, Inghilterra (panoramica contea, ospita il celebre Vallo di Adriano)
  • 5. Zihuatanejo, Messico (meta balneare con un turismo che incentiva le imprese locali)
  • 6. Iberá Park, Argentina (parco nazionale volto alla tutela della fauna endemica)
  • 7. Alentejo, regione vitivinicola del Portogallo (nel sud, ha una produzione di rossi sostenibile)
  • 8. Aricepelago Lucayan, Bahamas, Turks and Caicos (è impegnato nella difesa degli squali)
  • 9. Eubea, Grecia (per sostenere il turismo, dopo gli incendi della scorsa estate)
  • 10. Cobscook Shores, Maine (parco naturale da visitare, per lasciar respirare le altre mete)

 

I 52 viaggi del 2022 - Courmayeur

Courmayeur in Valle d’Aosta

 

  • 11. Hoonah, Alaska (paesaggi ed escursioni, sperando di avvistare orsi e balene)
  • 12. Cleveland, Ohio (si promuove il reinserimento di ex carcerati e carcerati con la ristorazione)
  • 13. Courmayeur, Italia (per la polenta, ma anche per il turismo attento all’ambiente)
  • 14. Delta del Fiume Rosso, Vietnam (meno turistica, ma ricca di tradizioni autentiche)
  • 15. Sudafrica (i parchi nazionali hanno bisogno di turisti e anche di volontari)
  • 16. Uttarakhand, India (il turismo è più sostenibile e aiuta l’imprenditoria femminile)
  • 17. Fogo Island, Newfoundland, Canada (cresce come meta di vacanza per offerta e servizi)
  • 18. The Great Highway, San Francisco (si fa sport e si passeggia, il weekend è pedonale)
  • 19. Kyoto, Giappone (per aiutare a mantenere le machiya, le sue tradizionali case in legno)
  • 20. Foresta nazionale El Yunque, Porto Rico (ricca di iniziative etiche, combatte gli uragani)

 

  • 21. Sierra Leone (per gli amanti dell’avventura e per dire “addio” alla caccia a diamanti e oro)
  • 22. Slovenia (ricca offerta enogastronomica a base di una grande varietà di prodotti locali)
  • 23. El Hierro, Spagna (un’isola che genera energia pulita dalla sua acqua e dal suo vento)
  • 24. Summerland Peninsula, Australia (è la più grande colonia dei più piccoli pinguini al mondo)
  • 25. La Riserva della biosfera di Dana, Giordania (biodiversità e imprenditoria femminile)
  • 26. Gouda, Paesi Bassi (per gli amanti dei formaggi e dell’Olanda in bicicletta)
  • 27. Thy, Danimarca (turismo tra dune, foreste e burrasche, e centro per l’energia eolica)
  • 28. The Red Sea Mountain Trail, Egitto (200 km di percorsi attraverso paesaggi culturali)
  • 29. Little Calumet River, Chicago (per esplorare in canoa il passato afroamericano in Illinois)
  • 30. Isole Ebridi interne, Scozia (single malt whisky, natura selvaggia e iniziative ambientali)

 

I 52 viaggi del 2022 - Kyoto

Kyoto in Giappone

  • 31. Normandia, Francia (tante ciclovie, come la Vélomaritime, 1500 km dalla Bretagna al Belgio)
  • 32. Estes Park, Colorado (storica meta sciistica – senza impianti – è attenta all’ambiente)
  • 33. Isola Kunta Kinteh, Gambia (tappa della tratta degli schiavi, soffre l’innalzamento del mare)
  • 34. Napoli, Italia (ideale per visitarla a piedi, vanta attori protagonisti in difesa dell’ambiente)
  • 35. Höga Kusten, Svezia, (suggestive scogliere e arcipelago incontaminato, è “eco-friendly”)
  • 36. Humboldt, Kansas (accogliente e ospitale, un mondo a metà tra il rurale e il moderno)
  • 37. Groenlandia (minacciata dal cambiamento climatico, turismo sostenibile e cultura Inuit)
  • 38. Marrakesh, Marocco (importanti iniziative per l’educazione e l’emancipazione della donna)
  • 39. Northland, Nuova Zelanda (piscine geotermiche e lezioni culturali, è il Nord)
  • 40. Vancouver Island, British Columbia, Canada (lotta per preservare la sua foresta primaria)

 

  • 41. Parco nazionale Elijio Panti, Belize (protegge le sue terre e la sua acqua, e la cultura Maya)
  • 42. Sarasota, Florida (tutela i suoi tanti edifici modernisti)
  • 43. Vanuatu (acque blu in un fragile arcipelago del Pacifico minacciato dai mari che si alzano)
  • 44. Santa Cruz County, California (alberi e sentieri in un territorio minacciato dagli incendi)
  • 45. Parco nazionale Serra da Capivara, Brasile (arte e archeologia in un parco da proteggere)
  • 46. Parco nazionale Saguaro, Arizona (2 mln di cactus in pericolo per il clima, che si tutelano)
  • 47. Isole Cíes, Spagna (hanno messo un limite ai turisti giornalieri, per preservare la natura)
  • 48. Principato di Monaco (virtuosi piani per contrastare l’inquinamento ambientale)
  • 49. Bronzeville, Milwaukee (divulga la cultura afroamericana, anche con un museo)
  • 50. Riserva Parco nazionale Thaidene Nëné, Canada (tundra, foreste boreali e indigeni)
  • 51. Parco nazionale Cerro Castillo, Cile (per salvare l’huemul del sud, cervo sullo stemma del Paese)
  • 52. Foresta pluviale di Daintree, Australia (ecosistema complesso, gestito anche da aborigeni)
Sabrina Quartieri
sabrina.quartieri@gmail.com

BiBi gira il mondo!

Nessun Commento

Commenta...