Un percorso sulla storia dei profumi, un’immersione sensoriale

Moda e profumi a Parigi, quattro mostre iconiche da non perdere

Se avete in programma una fuga a Parigi e non è la prima volta che visitate la città, ci sono quattro tappe curiose e appassionanti da non perdere, soprattutto se siete a caccia di ispirazione legata al mondo della moda e dei profumi, due aspetti iconici della capitale francese.

In particolare, si tratta di luoghi da visitare che hanno tutto il fascino della storia e delle tradizioni della Ville Lumière: si va dagli spazi adibiti a templi sacri delle fragranze più raffinate,  ai percorsi sulle collezioni straordinarie di grandi couturier, fino alle retrospettive su stilisti che hanno reso la moda francese famosa in tutto il mondo.

 

LE TAPPE A PARIGI DA SEGNARE SUL TACCUINO

 

La Notte dei Musei

I sette costumi dedicati a Zizi Jeanmaire

 

La mostra Margiela 1989 – 2009 al Palais Galliera e al Museo delle Arti Decorative fino al 15 luglio. Per la prima volta in Francia, l’eccezionale retrospettiva è dedicata allo stilista Martin Margiela, figura emblematica della moda d’avanguardia.

 

Il Museo Yves Saint Laurent,  al n. 5 di avenue Marceau, nella sede storica dell’atelier YVS aperto dallo scorso ottobre. Una collezione straordinaria e unica, tra 5mila abiti di alta moda, 15mila accessori, migliaia di disegni, schede, fotografie e oggetti.

 

Il Grand Musée du Parfum, 1400 mq su quattro piani nel raffinato hotel particulier con giardino al n. 73 del Faubourg Saint Honoré. In mostra, la storia dei profumi, con un’immersione sensoriale, delle sperimentazioni interattive e infine la sezione dedicata all’”Arte del Profumiere”, per un focus sulla creazione delle fragranze e un tuffo nella biblioteca degli odori.

 

La mostra Azzedine  Alaia.  Je suis couturier, nella casa-studio di Alaïa nel cuore del Marais, fino al 10 giugno. Il percorso espositivo nell’abitazione situata nel quartiere Marais,  si compone di 35 abiti disegnati dal maestro tunisino, che hanno segnato il tempo. Insieme alla mostra si inaugura anche la fondazione che porta il suo nome.

 

Per informazioni: www.france.fr

Sabrina Quartieri
sabrina.quartieri@gmail.com

BiBi gira il mondo!

No Comments

Post a Comment